Coronavirus. Per Banca d’Italia la sospensione dei mutui evita sofferenze in Centrale Rischi

Condividi questo post:

La comunicazione di Banca d’Italia del 23 marzo 2020, pubblicata oggi sul portale dell’organo di vigilanza, finalmente chiarisce i dubbi sollevati da operatori e imprese.

Fornisce alle banche direttive operative sulla gestione delle segnalazioni in Centrale Rischi di tutte le micro, piccole e medie imprese che si avvalgono della sospensione di mutui, finanziamenti e leasing, e delle altre misure a sostegno della liquidità, previste dal decreto legge Cura Italia per l’epidemia di virus Covid-19.

(altro…)

Coronavirus. Sospese le rateizzazioni di cartelle esattoriali fino al 31 maggio 2020

Condividi questo post:

Il decreto Cura Italia sospende le rate delle cartelle esattoriali fino al 31 maggio 2020.
Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate Riscossione con i chiarimenti pubblicati sul portale istituzionale.

(altro…)

Decreto Cura Italia. Sospensione mutui e finanziamenti: il mio intervento a Spazio Impresa per Sud Tv.

Condividi questo post:

Sono stato ospite – in collegamento telefonico – dell’emittente televisiva salernitana SudTV (canale 633 del digitale terrestre).
Nella puntata odierna della rubrica settimanale “Spazio Impresa” curata da Alessandro Mazzaro, ho illustrato le principali misure introdotte con il decreto Cura Italia per sostenere la liquidità di micro, piccole e medie imprese attraverso il sistema bancario.

(altro…)

Coronavirus. Imprese: modulo per sospendere mutui, finanziamenti e leasing.

Condividi questo post:

Il decreto “Cura Italia” consente a micro, piccole e medie imprese in temporanea carenza di liquidità in conseguenza della diffusione dell’epidemia da virus Covid 19, di sospendere fino al 30 settembre il pagamento delle rate di mutui, finanziamenti e canoni di leasing, senza nuovi o maggiori oneri.

(altro…)

Imprese. Ritardi nelle forniture di merci e servizi: Coronavirus non sempre evita responsabilità!

Condividi questo post:

Può accadere, in tempi di epidemia da virus Covid-19, che un’impresa – causa le restrizioni alla circolazione e produzione previste dai provvedimenti Governo e Regioni – non riesca, oppure tardi, a fornire merci o servizi ad altre imprese, violando quanto stabilito nel relativo contratto.
Nell’attuale emergenza sanitaria la questione ritengo utile affrontare, senza tecnicismi e in maniera non esaustiva, è l’eventuale giustificabilità della mancata prestazione causata da questa obiettiva forza maggiore.

(altro…)