Coronavirus. Imprese e professionisti: modulo per i finanziamenti fino a 25.000 euro

Condividi questo post:

L’Abi ha pubblicato la Circolare contenente il modulo per per attivare la garanzia 100% del Fondo di Garanzia P.M.I. e accedere ai finanziamenti fino a 25.000 euro previsti dal Decreto Liquidità.

E’ opportuno però avere ben chiaro che, i finanziamenti, possono raggiungere solo il 25% dei ricavi registrati nell’anno 2019, fino al limite massimo di 25.000 euro.

In altre parole, per ottenere l’importo massimo finanziabile, imprese e professionisti devono dimostrare avere registrato ricavi nel 2019 per almeno 100.000 euro!

Possono superare la soglia di 25.000 euro, sempre nel limite del 25% dei ricavi 2019, imprese e professionisti che dimostrano alla banca di aver registrato ricavi superiori a 100.000 euro, e fino al limite massimo di 3.200.000 euro.

In questo caso però la garanzia pubblica si abbassa al 90% del finanziamento. La garanzia per il residuo 10% può essere integrata ricorrendo alla a un Confidi.

Il Fondo di Garanzia P.M.I.: garanzia al 100% non è finanziamento a fondo perduto

Il finanziamento è sempre stipulato con la banca e viene erogato dalla banca. Il Fondo P.M.I. non eroga alcuna somma al richiedente ma offre solo la propria garanzia.
In questo modo l’impresa non deve fornire ipoteche, polizze assicurative o fideiussioni.

Dunque, l’impresa o il professionista beneficiario resta obbligato a restituire il prestito alla banca, alle condizioni economiche e secondo il piano di ammortamento pattuito che, nel caso dei finanziamenti di cui parliamo, può prevedere massimo 72 rate mensili (6 anni).

Eventuali omissioni e ritardati nei pagamenti delle rate influiranno sulla classificazione del rapporto, incluse le segnalazioni alla Centrale dei Rischi di Banca d’Italia.

Se il beneficiario dei finanziamenti non rimborsa le somme dovute alla Banca, quest’ultima attiva la garanzia del Fondo che pagherà la banca in sostituzione del debitore.

Una volta erogata la somma, il Fondo di Garanzia è surrogato nei diritti della banca e potrà esercitare il diritto di rivalsa nei confronti dell’impresa o del professionista inadempiente.

A questo punto il Fondo di Garanzia recupera il credito anticipato direttamente dal beneficiario dei finanziamenti.
Ciò avverrà attraverso la procedura di riscossione esattoriale: sarà notificata una cartella di pagamento, con aggravio degli agi di riscossione.
Trattandosi di debito nascente da contratto il credito del Fondo soggiace alla prescrizione decennale.

Finanziamenti garantiti al 100% fino a 25.000 euro: il modulo per attivare il Fondo di Garanzia P.M.I.