Diritto commerciale

Coronavirus. Imprese: sospensione protesti di assegni postdatati e segnalazioni CAI?

Condividi questo post:

Non è difficile aspettarsi nelle prossime settimane (salvo auspicabili interventi lampo del governo) questo scenario: centinaia di micro, piccole e medie imprese prive di liquidità potrebbero non riuscire a coprire le valanghe di assegni postdatati emessi mesi fa per assicurare il pagamento di forniture e servizi acquistati in tempi in cui, le restrizioni dovute all’emergenza Coronavirus, nessuno avrebbe potuto mai prevedere.

Sarà paradossale assistere, da un lato, ad uno scenario in cui aziende completamente chiuse faranno registrare un anomalo incremento della spesa corrente (mi riferisco, naturalmente, a quelle che ancora dispongono di una certa liquidità) e, dall’altro, imprenditori (è chiaro, solo all’apparenza!) sembreranno dei seriali distributori di assegni “a vuoto”.

(altro…)

Decreto Cura Italia. Sospensione mutui e finanziamenti: il mio intervento a Spazio Impresa per Sud Tv.

Condividi questo post:

Sono stato ospite – in collegamento telefonico – dell’emittente televisiva salernitana SudTV (canale 633 del digitale terrestre).
Nella puntata odierna della rubrica settimanale “Spazio Impresa” curata da Alessandro Mazzaro, ho illustrato le principali misure introdotte con il decreto Cura Italia per sostenere la liquidità di micro, piccole e medie imprese attraverso il sistema bancario.

(altro…)

Imprese. Ritardi nelle forniture di merci e servizi: Coronavirus non sempre evita responsabilità!

Condividi questo post:

Può accadere, in tempi di epidemia da virus Covid-19, che un’impresa – causa le restrizioni alla circolazione e produzione previste dai provvedimenti Governo e Regioni – non riesca, oppure tardi, a fornire merci o servizi ad altre imprese, violando quanto stabilito nel relativo contratto.
Nell’attuale emergenza sanitaria la questione ritengo utile affrontare, senza tecnicismi e in maniera non esaustiva, è l’eventuale giustificabilità della mancata prestazione causata da questa obiettiva forza maggiore.

(altro…)

Crisi d’impresa: le procedure di allerta spiegate agli imprenditori.

Condividi questo post:

Il 10 gennaio 2019 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Codice della Crisi d’Impresa. La riforma entrerà in vigore solo il 15 agosto 2020.

Tra le novità più significative per le P.M.I. vi sono le procedure di allerta.

Si tratta di meccanismi che dovrebbero servire a fare emergere, in anticipo, i segnali della crisi aziendale facilitando le trattative coi creditori e la gestione della crisi.

I meccanismi di allerta previsti dal Codice della Crisi d’Impresa impongono all’imprenditore un monitoraggio continuo dello stato di salute dell’azienda. L’imprenditore deve sempre verificare gli eventuali segnali di crisi e adottare iniziative efficaci per prevenire la crisi e superarla. (altro…)

Recupero crediti: come evitare clienti inaffidabili e farsi pagare.

Condividi questo post:

A tutti gli imprenditori capita, prima o poi, di avere a che fare con un cliente inaffidabile.
Alla scadenza pattuita il cliente non paga. L’imprenditore attende qualche giorno prima di sollecitare il debitore con cortesi telefonate per poi passare alle e-mail e, in molti casi, confidando nel “potere persuasivo” dei messaggi WhatsApp. Per parte sua il debitore, in una prima fase risponde ai solleciti con tono rassicurante chiedendo “solo qualche giorno per risolvere tutto”. Passato qualche giorno il debitore sparisce nel nulla!

Non auguro a nessuno di trovarsi in questa situazione. Oltretutto, se contare su un’entrata che ad un certo punto viene meno, vi ha spinto a programmare un investimento che siete costretti ad abbandonare oppure, caso frequente, rischia di compromettere l’esistenza stessa della vostra azienda, è evidente che l’inadempimento, anche di un solo cliente, potrebbe rivelarsi un’esperienza molto frustrante. (altro…)