Cancellazione CRIF e Centrale Rischi: come ottenerla?

Condividi questo post:

L’illegittimità delle segnalazioni in CRIF e delle “sofferenze” in Centrale Rischi di Banca d’Italia occorre dimostrare:

  1. la mancata preventiva valutazione della situazione patrimoniale del soggetto segnalato: non si può ritenere che, il semplice ritardo nei pagamenti indichi una situazione di crisi tale da giustificare la segnalazione a “sofferenza” in Centrale dei Rischi di Banca d’Italia;
  2. la mancanza di preventiva informazione scritta dell’imminente segnalazione alla CRIF o Centrale Rischi della Banca d’Italia.

Questi principi sono stati sanciti dal Tribunale di Torino con un’ordinanza del del 26 giugno 2019 che ha ordinato alla Banca l’immediata cancellazione della segnalazione in CRIF e della sofferenza in Centrale Rischi di un imprenditore, socio e unico amministratore di una società di capitali.

(altro…)