Legge di Stabilità 2015, come cambia il regime dei “minimi”.

Il regime dei cosiddetti “minimi” è destinato a cambiare nuovamente pelle. Il regime forfettario per professionisti, mini-imprese e autonomi, potrebbe ancora una volta cambiare con l’approvazione della legge di stabilità 2015.

1. Il regime dei minimi è destinato a cambiare: l’imposta sostitutiva attualmente al 5% potrebbe salire al 15% già dall’anno d’imposta 2015.

2. Il prelievo (comprensivo di Irpef e addizionali, Iva e Irap) si avvicina al 20%. Possibilità di restare nel regime agevolato senza più vincoli di tempo. Viene abbattuto, infatti, il vincolo attuale di permanenza di cinque anni.
Si ricordi, infatti, che per l’attuale disciplina soltanto chi ha un’età inferiore a 35 anni può beneficiare del regime minimo oltre un quinquennio.

3. Altra novità destinate la differenziazione dei ricavi, in ragione dell’attività svolta, oltre i quali si decade dai benefici del regime.
Il limite è inserito in una forbice compresa tra 15.000 e 80.000 euro, tenendo conto però delle differenze tra le attività svolte dai contribuenti.