Home banking

Phishing, responsabilità della banca e strumenti a tutela del correntista.

Il phishing è una tecnica di furto di informazioni sensibili quali codici di accesso, password, numeri di conto corrente, dati della carta di credito realizzata mediante uso di strumenti informatici.
L’espediente classico è l’invio di e-mail con contenuti grafici e testuali che richiamano quelli di istituti bancari, poste e servizi online di pagamento. L’utente è così indotto ad accedere a siti web creati ad hoc – all’apparenza identici a quelli dei veri prestatori di servizi di pagamento – e digitare credenziali e dati personali.
Meno frequente è l’invio di SMS ingannevoli oppure semplici telefonate. (altro…)

Home banking, furto di identità: la Banca deve provare l’adeguatezza dei sistemi informatici.

Al correntista abilitato a svolgere operazioni bancarie online che agisce per l’abusiva utilizzazione delle credenziali informatiche, da cui siano derivate disposizioni di bonifico illegittime dovute al furto delle credenziali di accesso al sistema informatico da parte di terzi, spetta soltanto la prova del danno riferibile al trattamento dei dati personali.
L’istituto titolare del trattamento dei dati risponde dei danni conseguenti al fatto di non avere impedito a terzi, che ne abbiano intercettato i codici di accesso, di introdursi illecitamente nel sistema telematico. La responsabilità della banca è esclusa solo se l’evento dannoso possa imputarsi a trascuratezza, errore o frode del correntista o da forza maggiore. (altro…)